Facebooktwittergoogle_plusrssyoutubeinstagramflickrFacebooktwittergoogle_plusrssyoutubeinstagramflickr

Castelnuovo di Farfa (RI), 25 settembre 2016

Marathon/Grandondo Valle del Farfa

mtb pomeziaIo, Alfonso e Marziano arriviamo alle 07:30 al ritrovo e andiamo immediatamente a ritirare i pettorali e pacchi gara. Il ritiro dei pettorali è molto lento, invece il ritiro del pacco gara è velocissimo e come l’anno scorso è molto sostanzioso rispetto alla maggior parte di eventi simili nel Lazio, c’è anche una t-shirt ricordo e le solite 2 borracce. Incontriamo anche gli amici Stefano, Michele, Piero e suo figlio Nicholas che è nelle primissime posizioni di categoria del Circuito Marathon Lazio.
La partenza è prevista per le 08:50, ma purtroppo, la Point to Point parte alle 09:15. La partenza è controllata, si percorre un piccolo anello di circa 1km per sgranare il gruppo dei partenti, per poi iniziare la gara vera e propria. Ovviamente la mia gara è solo contro me stesso. Alfonso parte subito alla grande, staccandomi di qualche minuto sulla prima salita tosta. Purtroppo quest’anno hanno deciso di cambiare il tracciato rispetto a quello del 2015, che a me era piaciuto molto. Quest’anno, causa tracciato pieno di sassi su salite importanti e ovviamente anche a causa del traffico dei partecipanti, molti tratti vengono percorsi a piedi, quindi i primi km sono un sali/scendi dalla bike. Per chi conosce la Colli della Sabina, si percorre il tracciato da Palombara Sabina a scendere, però al contrario, quindi molto impegnativa. A circa metà percorso raggiungo Alfonso e da qui facciamo tutta la gara insieme. Durissimo lo strappo che porta a Toffia, dove ci aspetta un ricco e abbondante ristoro, se ne vedono ben pochi così riforniti.
Dopo metà gara, abbiamo fatto quasi tutto il dislivello programmato, quindi il tracciato è un continuo mangia e bevi, a tratti molto veloce, con passaggi fantastici in mezzo a ruscelli e sottoboschi incantevoli. La stanchezza si fa sentire, e mancano gli ultimi 5km tutti in salita, una in particolare mi mette in seria difficoltà, molti la fanno a piedi, e forse era meglio.
Ultimo scatto insieme ad Alfonso e tagliamo il traguardo dopo 3h 28m 27s, con Alfonso che con le sue massime mi fa morire dal ridere. Dopo circa 20 minuti arriva anche il mitico Marziano che conclude al 1° posto di categoria, davvero un esempio per tutti noi. All’arrivo incontriamo anche papà Piero e Nicholas che conclude la gara al 1° posto di categoria, bravissimo, davvero un futuro promettente.
Andiamo a mangiare tutti insieme, un parta party abbastanza buono, soprattutto con portate fatte al momento, buonissima l’insalata. A questo punto Alfonso deve scappare vmarzianoia, io e Marziano andiamo alle premiazioni, è emozionante vedere la gioia di Marziano. Il Circuito Marathon Lazio è terminato e a malincuore devo dire che il prossimo anno non rinnoverò l’abbonamento, tranne Amaseno e in parte Civitavecchia e Castelnuovo di Farfa, le altre hanno deluso ampiamente dal mio personale punto di vista. Solita solfa nell’area laziale, si organizzano sempre più eventi per fare numeri, senza valorizzare i servizi essenziali, in fondo si paga per ricevere un servizio in cambio tra cui Risori, Pasta Party, Docce e Servizio Sanitario tra i più importanti. La nota molto positiva è che ho conosciuto bikers fantastici che si sono rivelate anche persone uniche al di fuori della mountain bike.
Il prossimo anno, aimhè, farò solo qualche gara nel Lazio, il resto, lavoro permettendo, tutti eventi fuori regione, dove ancora ogni singolo bikers, dal primo classificato, all’ultimo classificato vengono valorizzati allo stesso modo e non addirittura denigrati e derisi.

partenza nicholas marziano marziano

Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail